La quarta dimensione

Il tempo, dal passato al futuro (concept Festival della Scienza 2014).

Che cos’è il tempo? È definibile? È misurabile? È solo un’idea? È possibile, il tempo?

Albert Einstein nella sua Teoria della relatività dice che il tempo è un’illusione e sono molti gli scienziati, in particolare i fisici e gli astrofisici, che la pensano così. Ma anche un grande letterato come T.S. Eliot nei suoi Quattro Quartetti inizia il suo poema con un concetto del tempo senza tempo: “Tempo presente e tempo passato sono forse entrambi presenti nel tempo futuro e il tempo futuro è contenuto nel tempo passato. Se tutto il tempo è eternamente presente tutto il tempo è irredimibile. Ciò che avrebbe potuto essere è astrazione che rimane possibilità perpetua solo nel mondo della speculazione”.

Tutto ciò che sta intorno a noi però ci parla del tempo, ci fa vivere il tempo. Il tempo è scandito da strumenti sempre più sofisticati che, a partire dalle antichissime clessidre e meridiane, arrivano alla realizzazione dell’orologio Long Now, ideato da Stewart Brand e Kevin Kelly per durare più di 10.000 anni. E ancora, il tempo è rappresentato dalla natura e dalle stagioni, dal nostro tempo biologico, dalla luce che corre alla sua velocità e che ci indica quindi un parametro temporale che ci permette di stabilire quanto dista quella particolare galassia che stiamo osservando. Ogni giorno abbiamo a che fare con il tempo, da quando ci alziamo a quando andiamo a dormire. Ognuno di noi ha un proprio calendario e una propria percezione del tempo, ma nella storia dell’uomo sicuramente il tempo rappresenta uno dei temi più discussi e di maggiore studio, speculazione, ricerca, persino ‘convenzione’.

Il tempo è ciò che accade quando non accade nient’altro.
(Richard Feynman)

CONFERENZE

durata
Da 60 min a 90 min
DIFFICOLTÀ​
FASCIA DI ETÀ

Parole chiave

Tempo - Relatività - Astrofisica - Einstein - Filosofia - Cervello

Fotografia